imagealt

Su e giù per l'Italia

  

  

I ragazzi sono stati divisi in tre gruppi, con suddivisione dei ruoli e delle consegne, secondo i principi del Cooperative Learning. Ogni membro del gruppo si è preso carico di cercare il materiale, dalle carte mute ai vari monumenti di quella determinata regione, e di studiare individualmente i percorsi dei fiumi, la tipologia di territorio presente nella propria regione e così via. Infine, una volta completato il lavoro teorico e riprodotto, durante i due incontri cooperativi, le varie regioni, gli alunni le hanno assemblate insieme.Sono stati poi inseriti i capoluoghi di regione ed è stato creato un vero e proprio puzzle di grandi dimensioni.

  

Gli studenti si sono impegnati sia nella ricerca e nello studio  delle regioni che nell'attività di cooperazione.In un ulteriore incontro, ogni studente ha ricreato la propria regione, colorandola e contribuendo ad ottenere la carta politica dell’Italia.

  

Questa attività ha permesso alla classe di impegnarsi in una attività piacevole, ludica e che ha coinvolto ogni singolo membro del gruppo.

Il coinvolgimento in prima persona ha motivato gli alunni ed ha permesso loro di fissare meglio nella memoria le conoscenze richieste.