imagealt

Quadri di civiltà

  

Attività a classi aperte (2 quarte 21+22 alunni).

Discipline coinvolte: Storia, Italiano, Arte, Tecnologia.

Finalità: conoscere e memorizzare gli aspetti principali di ogni civiltà,

scegliere in modo democratico quali contenuti valorizzare,

costruire mappe concettuali e riassumere.

Spazi: le isole cooperative allestite nelle aule e gli ampi spazi dell'atrio.

Tempi: durante l'anno scolastico, fra gennaio e maggio.

Metodologie proposte: Peer to Peer, Cooperative Learning,

metacognizione, lezione frontale, laboratorio.

Nel corso del Brainstorming iniziale, gli alunni di entrambe le classi scelgono alcuni aspetti fondamentali di ogni civiltà antica, che verranno poi approfonditi nei piccoli gruppi di lavoro, attraverso il Jigsaw.

In questa fase è possibile riflettere sul perché si seleziona un certo aspetto rispetto a un altro.

Cercare insieme le parole chiave e i concetti fondamentali da

inserire nella mappa è un vero e proprio atto creativo.

La conoscenza da sola non basta: per utilizzarla

in un contesto reale e concreto, differente dallo studio individuale,

essa deve essere trasformata.

Un compito che appassiona gli alunni e li fa sentire autonomi

nella ricerca di senso che dovrebbe sempre

accompagnare la lettura di informazioni nuove.

Il lavoro cooperativo di costruzione dei quadri di civiltà impegna tutti i bambini, nel rispetto dei ruoli di ognuno e delle singolarità in gioco. Poiché ognuno è portatore di risorse uniche e di un punto di vista personale sull'attività, nessuno può essere escluso a priori o è poco importante per la riuscita del lavoro.

  

  

 

I lavori finiti saranno utilizzati a settembre per il ripasso delle civiltà antiche.
Un semplice compito autentico che ha però entusiasmato i bambini, liberi di lavorare in autonomia.