imagealt

La scuola delle tavolette

  

  

 Discipline coinvolte: Storia, Arte e Immagine, Tecnologia.

 Finalità: analizzare e riprodurre un'opera d'arte o ingegno di epoca   antica. 

 Metodologie: laboratorio, Learning by Doing, utilizzo delle TIC, didattica   ludica.

 Spazi: isole cooperative nell'aula.

 Tempi: due lezioni del laboratorio di Arte del venerdì pomeriggio.

 Il titolo di questa esperienza si rifà al termine EDUBBA, letteralmente Casa delle Tavolette, in scrittura cuneiforme sumera.

Qui i bambini di Ur e Uruk, destinati a diventare scribi o sacerdoti, imparavano a scrivere e leggere, con la guida di un severo maestro di cinquemila anni fa. 

Edubba, dunque, vuol dire scuola.   

I bambini, felici di trasformarsi in piccoli scolari di Ur, utilizzano a coppie la LIM, per individuare, tramite la ricerca Google, la serie di simboli alfabetici più attendibile, fra quelle ipotizzate dagli studiosi.

Poi, riproducono alcuni esempi di scrittura cuneiforme, con strumenti costruiti in classe e DAS, durante il laboratorio di Arte e Immagine.

Il cuneo, con il quale riprodurre i tipici simboli in uso nelle città sumere del 3000 a.C., è stato ricavato da pastelli in cera incisi dall'insegnante e da cannucce la cui punta è stata piegata a triangolo.

Con il DAS terracotta, invece, i bambini plasmano una tavoletta simile a quelle di argilla, ritrovate nei diversi siti archeologici.

   

I simboli riprodotti con lo stilo sono sia pittogrammi, più antichi (a sx nella tavoletta), che alfabeto cuneiforme vero e proprio (a dx).

Dietro la tavoletta, su cartoncino, ognuno riproduce il suo nome, con i caratteri cuneiformi.